Comunicato PRC III municipio sulle elezioni municipali

 

Il circolo territoriale “Pagnozzi” del Partito della Rifondazione Comunista del III municipio, preso atto della composizione della lista di “Sinistra per Roma” presentata in III municipio, ritiene che tale lista – con la scelta di candidare Presidente municipale Gianna Le Donne, fino a pochissimo tempo fa Vice Presidente della giunta municipale del Presidente Marchionne – sia segnata dalla mancanza di una netta discontinuità con la precedente coalizione a guida PD e che perciò il suo profilo politico sia in contraddizione con la necessità, da parte della sinistra antiliberista, di marcare una netta contrapposizione col Partito Democratico.

Come comunisti, riteniamo infatti che il PD, attraverso la condivisione totale delle politiche di austerità imposte dalla Troika, sia il primo responsabile della situazione terribile che vivono i nostri cittadini. Le recenti scelte politiche dei democratici vanno infatti dalla devastazione dei diritti dei lavoratori (art.18 e jobs act) alla flagellazione della scuola pubblica (legge 107), dall’impoverimento del welfare alla privatizzazione dei beni comuni (ddL Madia), dagli sfratti e sgomberi di case popolari e spazi sociali alla proposta di modifica della Costituzione (già devastata con l’introduzione del pareggio di bilancio).

L’alternatività a questo partito deve essere perciò netta e senza ambiguità.

Sul piano delle politiche locali, la giunta uscente del 3° Municipio si è caratterizzata per l’inerzia sulle questioni sociali più scottanti, in sintonia con l’impostazione politica della Giunta comunale guidata dall’ex sindaco Marino, a sua volta del tutto subalterna alle imposizioni del governo centrale.

Per questo, mentre come articolazione territoriale del PRC sosterremo la lista comunale “sinistra per Roma”, di cui il nostro partito fa parte, a livello municipale riteniamo che non ci siano oggi le condizioni per una nostra partecipazione.

Continueremo il nostro lavoro politico nel terzo municipio insieme alle realtà sociali, ai movimenti e alle forze politiche che vogliono impegnarsi per un reale cambiamento e per la costruzione della sinistra di classe.

Campagna Stop TTIP

SABATO 27 FEBBRAIO ORE 11/17


presso il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

 Via S.Ambrogio 4
 (da stazione Termini, bus 40 e 64 fino a Largo Argentina e poi 2 minuti a piedi)

Invitiamo le compagne e i compagni a partecipare, data l’importanza del tema trattato

Giovedì 25 Febbraio alle ore 18 al circolo “Pagnozzi”

Via Monte Favino 10 (sede della biblioteca A.Gramsci)

Riunione per la costituzione del comitato referendario territoriale

Come sapete una prossima importante battaglia, che vedrà impegnati contro il governo Renzi i compagni ed ai sinceri democratici di tutto il paese, sarà quella dei referendum costituzionali (abrogativi della legge elettorale) e di quelli relativi a questioni importantissime come scuola, lavoro e ambiente, per i quali la partenza della raccolta di firme è prevista all’inizio di aprile (e fino a giugno).

Per espressa volontà dei comitati promotori dei referendum, per poter affrontare il lavoro dei prossimi mesi è necessario costruire in tempi brevi una rete di comitati referendari territoriali, diffusa in tutto il paese, come avvenuto in occasione dei referendum sull’acqua e sul nucleare.

Pur nella consapevolezza dei limiti dello strumento referendario, evidenziati anche dall’esito attuale della battaglia sull’acqua, è indubbio che queste consultazioni saranno un vero e proprio banco di prova per i responsabili delle politiche di austerità e di cancellazione dei diritti democratici. I referendum possono riaccendere l’entusiasmo e la mobilitazione di chi sta subendo le politiche renziane e ci possono consentire di contattare e mobilitare tantissime persone, anche nel nostro territorio.

Immaginiamo un programma minimo per Roma…

Venerdì 22 Gennaio, ore 18.00

Circolo PRC “B. Pagnozzi” – III municipio
Via Monte Favino 10

Dopo la cura Alemanno e la gestione Marino, la città di Roma è sempre più devastata.
In questa fase è il commissario Tronca, scelto direttamente da Renzi, a regalare ai Romani interventi come il blocco delle manifestazioni di piazza, le minacce di sgombero a spazi sociali come Esc, o la privatizzazione dei nidi comunali…
E’ assolutamente necessario immaginare un’alternativa per Roma ed i Romani. Un programma minimo di gestione per la città, chiaro, applicabile e “di classe”, che possa ridar fiato a una cittadinanza sempre più devastata dalla crisi economica e politica della capitale.
Immaginiamo insieme un programma minimo per Roma…

Introduce Roberto Villani – Segretario di circolo

Intervengono:
Paolo Berdini – Urbanista – “Il piano regolatore”
Leone Lazzara – PRC ATAC – “Un programma per i trasporti a Roma”
Claudio Ortale – CPN PRC – “Comune, politiche sociali, debito e patto di stabilità”

ConcludeClaudio Ursella – Segretario PRC Fed. Roma

Sono previsti interventi da parte di Fulvio Parisi del CRAP (Coordinamento Romano acqua pubblica) e del Coordinamento delle case popolari del III municipio.
Seguiranno contributi e proposte dei compagni e delle compagne presenti all’iniziativa.

Dopo l’iniziativa, cena di autofinanziamento a sottoscrizione con pizza e birra e brindisi finale
per festeggiare il 95° anniversario della nascita del Partito Comunista d’Italia.

Circolo PRC B. Pagnozzi – Via Monte Favino 10 – Valmelaina-Tufello – III mun.